Le giornate si sono allungate e il desiderio di fare un viaggio con il nostro amico a 4 zampe è sempre più presente. Le gite fuori porta ci allettano e le mete più lontane del parco di fronte a casa sono un ottimo stimolo per programmare un fine settimana. Conosciamo bene la regolamentazione del trasporto per  canigatti? Vediamola insieme:

Macchina: L’articolo 169 del codice della strada in Italia permette di portare un cane o un gatto, nell’apposita gabbia trasportino oppure nel vano posteriore separato da un divisorio.

Attenti alle trasgressioni: In caso di violazione la sanzione varia da € 68,5 a € 275,10, ( è previsto anche un punto dalla patente).

Aereo: Ogni compagnia aerea ha le sue regole ( di solito differiscono l’una dall’altra). Quella comune è permettere ad un cane di piccola taglia di viaggiare insieme a noi. Ovviamente dovrà essere custodito nel suo trasportino con un fondo impermeabile. Per quanto riguarda gli animali di taglia grande, solitamente vengono tenuti nella stiva ( sempre all’interno di una gabbia che li protegga).

Treno: Gli animali domestici sono ammessi anche in treno. Il prezzo del biglietto dipende dalla taglia. Da un euro fino al 50% di sconto su un biglietto normale. Guinzaglio e museruola sono obbligatori anche se si tratta di animali piccoli. Il buon senso e l’educazione impartita ai nostri amici a 4 zampe è fondamentale.

Nave:  Risulta obbligatorio  anche in questo caso il guinzaglio per gli animali di piccola taglia e il trasportino per i cani di taglia grande. Anche sui traghetti i cani devono avere guinzaglio e museruola, mentre i gatti devono essere custoditi nel trasportino. I cani di piccola taglia possono stare in cabina con noi padroni, mentre quelli di taglia media o grande vanno sistemati nei canili di bordo o posti sul ponte.

Ora abbiamo tutto il necessario per preparare una bella vacanza con fido e micia nel rispetto delle regole e dell’educazione. Buon viaggio!