Il Peterbald: l’orientale nudo

Chiamato anche Siamese nudo, il Peterbald è un gatto dall’aspetto molto particolare che si distingue dagli altri per la sua silhouette particolarmente longilinea, la testa piccola e stretta, su cui campeggiano due grandi orecchie appuntite e per la pelliccia rada o nulla. Nato dall’accoppiamento tra un siamese e un esemplare di gatto nudo russo come il Don Sphynx, il Peterbald è un micio dolce e vivace, molto affezionato al suo padrone e per niente aggressivo. Ma parliamo della sua caratteristica più identificativa: il pelo. Tra le tante varietà di Peterbald, la più apprezzata è sicuramente quella “nuda”, con la pelle elastica e particolarmente morbida, fine al tatto e vellutata come la buccia di una pesca. Proprio per la sua delicatezza, il mantello del Peterbald deve essere pulito con un morbido panno imbevuto di un detergente non aggressivo.

Questo micio soffre molto la solitudine, ha bisogno di moltissime attenzioni e di certo non è l’esemplare adatto a chi passa molto tempo fuori casa. È sempre in movimento, ama giocare con il suo padrone e con i bambini e miagola molto e con toni veramente alti! Nonostante corra e salti da una parte all’altra della casa e per questo bruci molti grassi, non deve mangiare più di quanto è consigliato dal veterinario. Il sovrappeso può nuocere alla sua linea e, di conseguenza, alla sua salute: la dieta ideale è a base di pesce, verdure, e vitamine nei primi anni di vita per scongiurare un possibile rachitismo.

Il Peterbald è un micio intelligentissimo e molto possessivo e, pur di stare sempre in compagnia del suo padrone, è disposto a viaggiare e anche a farsi mettere il guinzaglio. Ama molto farsi coccolare e, a volte, quando è alla ricerca di affetto, assume delle pose quasi umane. Dopo aver curiosato per la casa, gli piace sonnecchiare accoccolato sulla spalla del suo padrone. A differenza del Siamese, che ha bisogno di spazi ampi, il Peterbald si adatta molto bene agli spazi ristretti e vive senza problemi in un appartamento anche piccolo.