Quando si affronta un periodo di separazione coniugale, tra i vari aspetti psicologici stressanti, esiste quello della decisione in merito alla condivisione dell’animale domestico. Partiamo dal presupposto che gli animali siano molto abitudinari ed un cambio di routine così repentino potrebbe dare problemi psicologici importanti. Qualunque sia stata la ragione della separazione, anche Fido e Micia andranno tutelati. Quale sarà il futuro del nostro amico a 4 zampe?

Quando c’ è tensione in casa, gli animali sono i primi a percepirlo con atteggiamenti diversi dal consueto: lungo abbaiare, nervosismo, feci in posti non idonei ( sul pavimento di casa per esempio).

L’unico modo per risolvere il problema è affrontarlo prima possibile in modo che non ci siano troppe conseguenze. E’ molto importante giungere ad un accordo “amichevole”, ma molte volte la tensione sfocia in invidia e desiderio di far male al partner togliendo l’animale come se fosse un giocattolo.

Prima di tutto proviamo, in modo sereno, ma se così non fosse possiamo rivolgerci ad un giudice a tutela dell’animale.

Esistono due modi di custodia degli animali domestici: condiviso oppure unico.

 

Custodia condivisa: nella custodia condivisa, il giudice determinerà la casa più consona al benessere dell’animale ovvero Il padroncino che lo accudirà nel miglior modo possibile ( più spazio, più tempo libero etc). L’animale potrà ricevere visite ed essere portato in un’altra casa durante il periodo di affidamento al secondo proprietario.  Non è consigliabile spostare il gatto da un appartamento all’altro per evitare un forte stress.

Custodia unica: nella custodia unica le regole sono ancora più ferree. L’animale domestico rimarrà con una persona ( e sicuramente dove vivranno i bambini) per evitare ulteriori situazioni di stress e verranno analizzati i due padroncini nello specifico. Se l’altro partner non fosse d’accordo, può sicuramente fare appello portando prove che dimostrino l’inaffidabilità o la non prontezza dell’altro partner nella cura dell’animale.

 

Una separazione è sempre molto dolorosa e comporta tutta una serie di aspetti da tenere in considerazione. Uno di questi è proprio la custodia di Fido e Micia. Il segreto è nel buon senso. Mettiamo da parte i rancori, mettiamo da parte la rabbia e pensiamo soprattutto al benessere dei nostri amici animali che comunque ci ameranno a prescindere dalla separazione.