Quando prendiamo la decisione di adottare un cucciolo di pelosetto, oltre a fornirgli un’ alimentazione sana composta da cibo umido e secco, dobbiamo  per prima cosa pensare a come educarlo. Fondamentali sono i primi comandi che lo accompagneranno lungo tutto il suo percorso di vita. Prepariamoci alla prima passeggiata con guinzaglio, pettorina e una manciata di snack.  Sarebbe opportuno affidarsi ad un educatore in modo da ottenere dei risultati immediati e duraturi. In caso contrario possiamo comunque provvedere all’insegnamento dei comandi principali con l’occorrente menzionato sopra più tanta pazienza.

Vediamo insieme quali sono i comandi principali:

Vieni:  Serve a far avvicinare il cane una volta allontanato. Lasciamo il cane ad un’altra persone e chiamiamolo con la parola VIENI. Quando capirà che a quel suono è associato il rientro dal padrone saremo pronti a fargli capire la nostra approvazione dandogli un premio.

Terra: E’ un comando molto utile nei luoghi pubblici.  I cani  soprattutto se non educati bene possono disturbare.  Facciamolo accucciare mettendogli un premio tra le zampe anteriori, quando lui è in piedi. Il cane sarà costretto ad abbassarsi per prenderlo quasi accucciandosi. In questo momento diciamo la parola terra dandogli il premio.  Un gesto da fare fino  a quando l’azione di accucciarsi non diventi naturale.

Seduto: Per questo comando dobbiamo scegliere un premio ancora più succulento. Magari un bocconcino della sua pappa preferita. E’ inutile forzarlo a fare dei movimenti che non vuole fare. Prova ad allungare la mano con il premio sopra la sua testa. Per seguire l’odore tenderà ad indietreggiare fino a quando abbasserà automaticamente il sedere. A quel punto ripetiamo la parola “seduto” per fargli memorizzare il comando e premiamolo con il bocconcino seguito a carezze.

Importante: I premi non devono essere solamente di cibo, ma anche di parole dolci e gesti di affetto. Altrimenti ci troveremo un cane in sovrappeso e tanti sensi di colpa.