La muta del cane è un fenomeno fisiologico, che si manifesta in due periodi dell’anno: in autunno e in primavera. I peli del nostro amico a quattro zampe infatti, hanno un ciclo di vita proprio: nascono, crescono e in questi determinati periodi cadono, per dare vita ad un nuovo manto. Come comportarsi durante la muta del cane? Ecco qualche consiglio pratico: 

  1. Spazzolamento: è importante, durante questi periodi (che possono durare ¾ settimane) spazzolare con maggior frequenza il nostro amico a quattro zampe. Questa routine permetterà di eliminare più facilmente il pelo già staccato dal bulbo, ma non ancora caduto ( è essenziale scegliere la spazzola più adatta allo scopo e al tipo di manto da trattare). 
  2. Aria aperta! Alla base della muta del cane c’è un fenomeno chiamato fotoperiodo, ovvero la durata delle ore di luce rispetto a quelle di buio. Questo fenomeno infatti, influenza la vita dell’animale: quando si allunga si ha la muta primaverile, quando si accorcia abbiamo quella autunnale. Per questo motivo, è importante aumentare le ore all’aria aperta, per permettere al nostro pelosetto, di abituarsi al flusso naturale del fotoperiodo. 
  3. Utilizzo di integratori: Nelle settimane di muta, potrebbe essere necessario l’utilizzo di integratori per il benessere del manto. Acidi grassi essenziali Omega-3 e Omega-6 e vitamine sono essenziali per un pelo forte e sempre lucente. 
  4. Un bel bagnetto: un’ottima soluzione per facilitare il periodo di muta del cane. L’ acqua infatti, permette di trascinare (come per lo spazzolamento), i peli già staccati dal bulbo ma ancora non caduti completamente. 

Questi sono alcuni consigli utili per facilitare il periodo di muta. L’importante è ricordare che si stratta di un fenomeno naturale ed è per questo, che non bisogna forzare il suo sviluppo o provare ad accelerare i tempi. Infine, come per ogni periodo di cambiamento, il nostro pelosetto avrà bisogno di noi per affrontarlo al meglio e senza stress!