Quest’anno il caldo è opprimente e dopo varie perplessità abbiamo deciso di organizzare la nostra prima vacanza in montagna. Il nostro amato Fido sarà al nostro fianco, ma è  la prima vacanza montanara e serve qualche consiglio mirato. La prima domanda da farci: la montagna è la meta ideale per il nostro Fido?

Seguire ed assecondare la indole del nostro pelosetto è fondamentale per approcciare una vacanza  serena.

Ricordiamo che non tutti i cani sono propensi alle super camminate. Alcuni sono pigri, oppure si stancano avendo le zampette corte. Non dobbiamo spingere Fido a fare cose che non vuole fare, lui tenterà di assecondarci, ma deve essere contento di correre dietro al suo padroncino.

Se il nostro compagno di viaggio fosse un cucciolo o, al contrario, anziano è utile chiedere il parere del veterinario  prima di partire verso la meta . E’ comunque importante sapere che:

 

Programmazione anticipata: dobbiamo valutare in anticipo il posto dove alloggeremo perché non tutti i luoghi sono pet friendly. Assicuriamoci che Fido sia il benvenuto e che abbia i confort che servono per una vacanza in pieno relax.

 

Macchina e curve: i viaggi in montagna non sono mai privi di curve. Siamo sicuri che Fido sia preparato? E’ il primo viaggio che affronta? Consultiamo sempre il veterinario che in caso ci darà dei calmanti e degli ottimi consigli per il viaggio in macchina.

 

Montagna e temperatura: le temperature fresche saranno ottime per noi e il nostro pelosetto, ma quelle serali lo saranno altrettanto? Ricordiamoci che il freddo viene percepito anche dai cani e non proteggerlo significherebbe metterlo a rischio inutile.

 

Nuovi insetti: in montagna ci sono insetti nuovi  anche per il nostro amico a 4 zampe.  Con l’antiparassitario giusto non avremo problemi a far passeggiare Fido in mezzo ai boschi.

 

Tutto l’occorrente:  ricordiamoci di portare la sua copertina preferita così l’odore lo farà sentire a casa. L’alimentazione secca e umida  non deve cambiare e deve rispettare i fabbisogni della stagione estiva. Il kit di pronto soccorso e tutto il necessario per raccogliere i suoi bisogni (sacchetti e paletta  è fondamentale) Non pensiamo al bosco come ad una “discarica” del naturale.

 

Ora siamo pronti per una bella vacanza con il nostro miglio re compagno di sempre.