Abbiamo dato da mangiare ad un gatto randagio e ci siamo accorti che tutti i giorni alla stessa ora il gatto si presenta davanti alla porta ad aspettarci? Non preoccupiamoci, i pelosetti non hanno un orologio, ma solamente una percezione differente dello scorrere del tempo.

Partiamo dal principio: se si tratta di un animale tenuto in casa, cercheremo di adottare gli stessi comportamenti tutti i giorni, sia nei nostri che nei loro confronti. Gli animali domestici sono degli ottimi osservatori ed hanno una grande ricettività. I profumi, la luce, i nostri movimenti, vengono registrati ed utilizzati per creare una giornata tipo. Le azioni che vengono ripetute ciclicamente, non fanno altro che aiutare i pelosetti a scandire la giornata. E’ quindi molto probabile che dopo pochi giorni, Fido e Micia associno la luce all’azione.

Un altro fattore molto importante nella percezione del tempo è l’olfatto. L’ odore e il profumo dell’aria muta dalla mattina alla sera, e i fenomeni atmosferici (sole, pioggia) ne alimentano le sensazioni.

 

Passiamo al lato affettivo: se lasciamo un cane solo per 30 minuti e poi per 2 ore, la reazione sarà differente. Nei 30 minuti, il ricordo del padrone sarà molto più vivido e la mancanza verrà percepita meno pesantemente.  Nelle 2 ore di assenza, il ricordo sarà meno vivido e la sensazione sarà più profonda.  Se ci troviamo davanti ad una reazione da ansia da separazione, avverrà dopo 5 come 15 minuti di assenza.

Questa è una problematica differente e va trattata con l’aiuto di uno specialista.

E’ proprio grazie all’associazione di fattori come i comportamenti degli  umani che li circondano, i cani  riconoscono  l’accadimento di quella determinata cosa.

Per quanto riguarda i gatti, a meno che non siano legati ad una somministrazione di cibo (per esempio legata ai gatti randagi), seguono maggiormente la loro natura predatoria.

Il gatto solitamente si attiva con l’imbrunire e i suoi sensi si sviluppano notevolmente. Le stagioni e i periodi riproduttivi cadenzano tutte le giornate. E’ quindi molto comune che micia ci tenga svegli durante la notte per una sua esigenza di caccia.

Essere ripetitivi con le ore dei loro pasti servirà ad aiutarli ad entrare nella routine senza che chiedano di essere “serviti” prima.