Si sa che i cani, soprattutto quando sono cuccioli, amano giocare all’aria aperta con i loro padroncini. A volte, quando gli tiriamo una palla o un bastone lontano, vediamo Fido che scatta velocissimo per andare a recuperare il gioco e riportarlo indietro.  Alcuni animali domestici possono però assumere dei comportamenti un po’ “ossessivi” nei confronti di questi giochi, per questo è necessario seguire alcuni consigli per viversi questo momento di relazione nel modo più tranquillo possibile.

Quando ci rechiamo al parco con il cane, ricordiamoci sempre di portare una palla, uno dei giochi preferiti del nostro piccolo. Quando il cane ci riporta indietro la palla lanciata lontano sta riportando a galla un tipo di atteggiamento selvaggio legato alle sue origini. Il lupo infatti, parente diretto del cane, si allontana dal gruppo per afferrare la preda, che poi riporta indietro per sfamare i suoi cuccioli o gli altri membri del gruppo. Perciò, quando Fido ci riporta indietro la palla è perché ancora mantiene alcuni atteggiamenti della sua “fase selvaggia”, non potendo resistere al gesto di afferrare la “preda”. Se per alcuni cani la palla è un gioco come un altro, per altri è una vera ossessione: cominciano ad abbaiare e si innervosiscono con molta facilità, agitandosi molto.

Per insegnare al cane a riportare la palla in modo tranquillo occorre innanzitutto armarsi di pazienza.  Per cominciare, dobbiamo essere noi a cominciare il gioco e a portarlo a termine. Se notiamo che il cane si agita, abbaiando o piangendo, teniamo il punto e aspettiamo che si calmi da solo. Il cane deve obbedire agli ordini e, se vuole giocare, prima deve fare qualcosa in cambio, ovvero stare calmo. In questa fase, stabilire un contatto con il cane è indispensabile per fare in modo che rispetti le regole del gioco. Inoltre, un punto fondamentale è la restituzione. Dobbiamo insegnare al pelo setto a restituire sempre la palla: utilizziamo una piccola ricompensa quando torna indietro dalla corsa, non è necessario che sia cibo, può essere anche una carezza o un gesto d’amore.