Quando un micio entra nella nostra casa, una delle prima cose a cui pensiamo è quello di comprare tutto il necessario compresa la lettiera. Quando parliamo di lettiera, intendiamo il posto dove il nostro micio farà tutti i suoi bisogni sia che sia un gatto abituato a stare fuori che dentro casa.

L’utilità di avere una lettiera in casa anche per i gatti abituati a ciondolarsi fuori, ci aiuterà a capire se ci fossero problemi legati alla salute del nostro gatto: colore delle feci, vermi e altre patologie.

Il problema sussiste nel momento in cui il micio deciderà di non utilizzare il suo “bagnetto”.

Alcuni mici, come per dispetto, anche per il piccolo bisogno sporcano per terra buttando sabbia nei più piccoli spazi della casa.

La prima reazione potrebbe essere quella di punire il gatto, ma vi assicuro che non avrebbe nessun risultato se non quello di innervosire la povera bestiola.

Cosa fare a questo punto? La strada principale da percorrere è quella di capire la motivazione che spinga il nostro amato micio a comportarsi in questo modo. Le ragioni potrebbero essere queste:

  1. La lettiera non è abbastanza pulita e come sappiamo il gatto ama i posti puliti e non si appoggerebbe mai in un luogo maleodorante.
  2. Lettiera troppo piccola: so che i problemi di spazio possono indurci a prendere una lettiera piccola, ma sarebbe il caso che controllassimo realmente le misure del nostro micio ed acquistassimo il prodotto corretto.
  3. Il vassoio della toeletta è basso. Anche in caso di lettiere grandi, ci possiamo trovare davanti a vassoi bassi che portino la sabbia a scappare dai bordi.
  4. La lettiera è usata da due gatti: sempre per il problema del punto 2 siamo tentati a fare interagire due gatti con lo stesso “bagno”. Un errore tipico che dovremmo evitare perché i gatti percepiscono molto bene gli odori e non sopportano quelli lontani dal proprio.
  5. Tipologia di lettiera poco adatta: non tutte le lettiere sortiscono lo stesso risultato sui nostri mici. Proviamo a cambiare tipologia e vediamo l’effetto su di lui.

Tutti questi punti ci porteranno a capire ed eventualmente a modificare il comportamento del gatto ed evitare che lo spazio dedicato alla lettiera diventi un luogo di guerra.