Quando parliamo di erba gatta, siamo tutti a conoscenza della principali caratteristiche di questa pianta, ma non la conosciamo a fondo. In questo articolo impariamo a conoscerla, sceglierla e in alcuni casi coltivarla. Cos’ è l’erba gatta? Il suo nome specifico è Nepeta cataria meglio conosciuta come erba gattaia o gattaria. E’ una pianta aromatica e proprio per il suo nome viene associata al nostro amato micio. Ci sono ben 150 tipi di erba gatta e la natura ha voluto che sia una delle migliori attrattive del nostro pelosetto.

Perché ai gatti piace l’erba gattaia? Possiamo affermare che ai mici piaccia mordicchiare l’erba, soprattutto quelli che vivono all’aperto. Quelli che passano le giornate in casa, quando la scoprono per la prima volta hanno la tentazione di giocarci, morderla e strofinarsi sulla sua superficie.

Perché i gatti mangiano l’erba? Non ci sono vere e proprie ricerche che spieghino il significato del rapporto tra gatto ed erba, sembra che la mangino dopo aver assaporato la preda. Questo perché l’erba porta al vomito ed aiuta ad espellere le parti indigeste del cibo. Come dicevamo prima, anche se il gatto è sempre vissuto in casa, sarà comunque attratto dall’erba in modo istintivo. Quest’ultima è una fibra e aiuta ad eliminare i boli di pelo che si formano nello stomaco dovuti alla toeletta che il gatto è abituato a farsi per pulirsi.

L’erba gatta si trova  in numerosi formati ( dal kit fino alla piantina vera). Acqua e luce solare sono gli ingredienti principali che servono alla nostra pianta. Se ci affidiamo all’erba esterna, dobbiamo sincerarci che non sia stata trattata con pesticidi ( a volte non è semplice), perché potrebbero risultare nocivi per il pelosetto.

Come coltivare l’erba gatta?

Prima di germogliare, il seme va tenuto in umido, ma mai bagnato. Una volta che vedremo i primi germogli dobbiamo utilizzare meno acqua (passeranno circa 7gg).  Dopo 10-14 gg l’erba sarà pronta per il nostro micio. La luce naturale è fondamentate per ottenere una pianta sana, e l’acqua non deve essere troppa per evitare che si formi muffa. Permettiamo al gatto di mangiare direttamente dal contenitore, in modo che si senta libero. Quando l’erba diventa marrone o cambia colore è il caso di sostituirla ( ci accorgeremo che il nostro micio non sarà più entusiasta come prima).