Non è semplice capire l’età del gatto, soprattutto per le caratteristiche di ogni razza. Ci sono gatti che mantengono la loro agilità anche se grandi di età e gatti più pigroni anche nei primi anni di vita. Anche la dimensione molte volte inganna: gatti già grandi a pochi mesi e gatti di stazza piccola dalla nascita fino a molti anni dopo. Troviamo interessante capire l’età del gatto confrontandola con quella degli esseri umani. Per esempio, un gatto di 15 anni ( per noi umani adolescente), si sentirà con un uomo di 50? Oppure di 70? Entriamo nel dettaglio.

Abbiamo trovato un gatto e non sappiamo quanto tempo abbia? Prima di tutto portiamolo da un veterinario anche per una visita di controllo della salute. Il veterinario sicuramente analizzerà i denti da latte ( solitamente rimangono intatti fino ai 7/8 mesi di età). Ovviamente anche questa regola ha dei risultati incerti ( la perdita dei denti da latte dei gatti varia a seconda delle razze).

Il tipo di vita del pelosetto interferisce molto sullo stato del pelo che puo’ apparire meno lucido nel caso si tratti di gatti di strada e quindi influire sulla nostra concezione del passare degli anni.

Come si contano gli anni del gatto? I testi dicono che si dovrebbe moltiplicare ogni anno di vita per 7 dei nostri anni. Questo potrebbe non essere totalmente corretto perché significherebbe dare un’aspettativa di vita fino ai 140 anni.

Un gatto che ha poco più di un anno è già adulto, mentre un gatto che abbia compiuto i 3-4 anni di vita, dovrebbe corrispondere ad un umano attorno alla 30na. Come abbiamo notato, il gatto cresce in modo molto veloce e la sua maturità lo porta ad avere cuccioli ( per esempio) già dal 12 mese di vita. Il periodo del calore poi lo porta a maturare ancora più rapidamente.

La regola più importante è quella di portare sempre il pelosetto dal veterinario specialmente quando l’età comincia ad avanzare. Anche l’alimentazione cambia con l’avanzamento degli anni: cibo umido e secco devono essere correttamente bilanciati per permettere al nostro amato gatto di vivere una vita serena e soprattutto in salute.